L’adolescenza è il periodo che in assoluto spaventa di più quando si parla di sesso e sessualità.

I bambini non sono più bambini, iniziano i primi no, iniziano le prime litigate. In questa fase, il corpo inizia ad assumere una grande importanza e, insieme ad esso, le prime esperienze sessuali e non.

Cosa succede al corpo in pubertà?

La pubertà è il periodo dello sviluppo sessuale, periodo che in questo momento storico insorge molto prima di quanto i nostri genitori e i nostri nonni ci hanno potuto raccontare.

I bambini, o meglio i preadolescenti, iniziano a sviluppare i caratteri sessuali secondari intorno ai 10-11 anni.

Insomma, cosa significa?

Significa che il corpo inizia a trasformarsi grazie all’azione di alcuni ormoni prodotti dall’ipofisi. In particolare, l’ipofisi produce:

  • l’ormone follicolo-stimolante (FSH), responsabile del corretto funzionamento delle gonadi;
  • l’ormone luteinizzante (LH), che stimola invece la produzione di testosterone ed estrogeni.

Compaiono le prime mestruazioni, i peli sul corpo e i peli pubici; il tono della voce cambia, spunta la barba; i seni e del pomo di Adamo si ingrossano.

Questo cambiamento può essere molto difficile per l’adolescente, che si confronta da un momento all’altro con un corpo diverso e in continuo cambiamento, che inizia a darsi stimoli nuovi e prima sconosciuti.

Invece cosa succede nella testolina?

I cambiamenti ormonali di cui abbiamo già parlato agiscono non solo sul corpo ma anche sulla mente. Gli ormoni possono provocare innumerevoli sbalzi di umore (con relative porte chiuse in faccia ai genitori) pianti, litigate, euforia, allegria. In questa fase, però, anche le aree del cervello iniziano a comunicare in modo diverso.

Alcune di esse inoltre sono già perfettamente formate, mentre delle altre meno. È per questa ragione che negli adolescenti è poco presente la percezione del pericolo.

Come già ho specificato sopra, non è sempre semplice integrare tutti questi cambiamenti, da quello fisico a quello psichico. Talvolta sperimentare (ed eventualmente capire e accettare) la propria identità di genere e il proprio orientamento sessuale può diventare una sfida.

Può sembrare spaventoso vedere in il* propri* figli* prendere delle decisioni molto nette e difenderle con grande tenacia, sentirsi dire no anche in modi poco simpatici, vedere il nascere di look estremi e cambiamenti nell’abbigliamento e nelle pettinature. Ricorda però che tutto questo fa parte di un importante passaggio: l’abbandono dell’io bambino, che fa spazio all’io adulto che vuole decidere per sé, per il proprio corpo e per la propria vita.

Il ruolo del sesso

L’approdo verso la vita adulta passa anche dall’esplorazione e dai rapporti sessuali.

La masturbazione riveste un ruolo fondamentale in questo percorso di scoperta. Tramite la masturbazione si impara ad ascoltare il proprio corpo e il proprio piacere oltre che a impostare un’ottima abitudine che, non va dimenticato, non fa parte sono dell’età dei teen.

Anche il sesso in adolescenza si veste di molti ruoli: da una parte ci sono la curiosità verso il proprio corpo e la scoperta dei propri gusti; dall’altra c’è un ruolo sociale che il sesso riveste.

Fare sesso per l’adolescente è un modo per avvicinarsi sempre di più alla vita adulta e per affermarsi nel gruppo dei pari.

Ecco perché la prima volta assume un ruolo così importante!

Internet: pericolo o risorsa?

Internet, strumento sempre più utilizzato dai giovani in questo caso può rivelarsi utile oppure no?

Il mondo del web, per quanto possa essere bacino di molti contenuti interessanti, è anche pieno di informazioni sbagliate.

Se un adolescente ha dei dubbi o vuole conoscere qualcosa sul sesso la cosa migliore è instaurare un giusto clima di dialogo che gli permetta di esprimere dubbi, paure o perplessità.

Eventualmente l’accesso a diversi contenuti, di specialisti e persone formate in materia, si può fare insieme (genitore e figli*) in modo da evitare l’apprendimento di informazioni scorrette.

Anche il mondo del porno, ammattissimo dai più giovani può diventare molto pericolo se viene vissuto come “educazione sessuale”.

Non lasciamo soli i giovani a raccattare informazioni dove riescono!

Proprio come gli adulti, anche gli adolescenti usano sempre di più internet per fare nuove conoscenze. In più, le app di messaggistica diventano un modo per espandere le proprie esperienze oltre i confini fisici. Foto, video, messaggi espliciti diventano un modo per sperimentare e giocare in coppia e non solo.

Ma anche questo va spiegato e criticizzato da parte di noi adulti facendo molta attenzione.

Il fenomeno del revenge porn mette in luce quanto sia importante prestare la giusta attenzione nel condividere ma soprattutto nel ricevere materiale intimo.

In conclusione

Non mi stancherò mai di ripetere che è importante donare una formazione sicura che gli adolescenti potranno utilizzare come bussola per poter orientarsi nel mondo in modo sereno!