Come si usa il preservativo

Come tutti sappiamo, l’unico contraccettivo per difendersi sia dalle malattie sessualmente trasmissibili che dalle gravidanze indesiderate è il preservativo. Per fare in modo che la sua protezione funzioni a dovere, è utile capire come indossarlo alla perfezione.

Spesso si pensa che, essendo un oggetto che dovrà indossare la parte attiva del rapporto, allora sia di sua responsabilità capire come si indossa il preservativo e portarlo con sé. Questo preconcetto è uno dei più sbagliati e pericolosi in assoluto: proteggerti è responsabilità prima di tutto di te stesso, come lo è capire come farlo a dovere!

Questo articolo parlerà proprio di questo, di come indossare nella maniera corretta il preservativo, sia quello maschile che quello femminile.

Il preservativo femminile

Il preservativo femminile è, come suggerito dal nome, un contraccettivo che viene utilizzato in vagina. È formato da una parte tubolare in silicone seguita alle sue estremità da 2 anelli rigidi. L’anello posizionato nella parte chiusa servirà per posizionare correttamente il preservativo, mentre quello situato nella parte aperta per mantenerlo in posizione e proteggere la vulva anche durante i rapporti orali.

Come si indossa:

Mettiti in una posizione comoda, per esempio in piedi con una gamba leggermente sollevata

Stringi con le dita l’anello posizionato nella parte chiusa del preservativo

Inseriscilo in vagina e spingilo verso l’alto

Ecco fatto!

La parte esterna può essere utilizzata come protezione durante il sesso orale

Il preservativo maschile

Di tipi di preservativi maschili ne esistono veramente in grande quantità, per tutti i gusti e per tutte le necessità!

Possiamo trovare preservativi:

  • Sottili
  • Spessi
  • Di tutte le misure
  • Stimolanti
  • Ritardanti
  • Non in lattice
  • Vegan
  • Colorati
  • Ai gusti
  • Ecc…

Il modo giusto per scoprire quello adatto alle tue esigenze è non fermarsi al primo tentativo!

La prima cosa importante da capire è la taglia da scegliere: il preservativo deve stare comodo, proprio come un paio di pantaloni. Con la scelta della taglia giusta si ridurrà notevolmente il rischio di rottura o che possa sfilarsi durante il rapporto!

Con l’aiuto di questa tabella potrai trovare la misura di preservativo ideale per le tue esigenze. Ricorda che è sempre da “arrotondare” in quanto può cambiare da marca a marca e da modello a modello.

Ma come si fa a misurare il pene?

Con il pene in erezione basterà avvolgere sulla base dell’asta un metro morbido da sarta per scoprire i centimetri della tua circonferenza.

Ora arriviamo alla spiegazione più importante, come si indossa il preservativo maschile.

Prima di tutto, conserva i preservativi in luogo consono, ne troppo caldo, ne troppo freddo e cerca di evitare che si schiaccino (come nel portafoglio ad esempio).

Iniziamo:

  • Attendi che il pene raggiunga l’erezione;
  • Prima di estrarre il profilattico assicurati che la bustina che lo contiene sia integra e non danneggiata;
  • Apri la bustina prestando attenzione a non rovinarne il contenuto. Attenzione a unghie lunghe o denti;
  • Estrai il preservativo e posizionalo dal lato giusto, quello ne quale si srotola;
  • Soffia un po’ di aria nel serbatoio per far emergere la punta;
  • Appoggia il preservativo sul glande assicurandosi sempre che l’arrotolatura sia sul lato esterno
  • Stringi la punta del preservativo e srotolalo lungo l’asta del pene fino alla base

È molto importante che il preservativo venga indossato prima di iniziare con la penetrazione e non al solo momento dell’eiaculazione.

In conclusione

Il piacere e il gioco sessuale passa prima di tutto dalla sicurezza. Il profilattico, come già specificato, è l’unico contraccettivo che protegge anche dalle malattie sessualmente trasmissibili. Se pensi che il preservato possa essere un intralcio al piacere perché non provi a inserirlo come gioco nel rapporto? Magari provando a indossarlo o a fartelo indossare con l’uso della bocca per esempio… Le soluzioni sono tante, a te il gioco di fantasia!