Questo periodo di zona rossa sta mettendo a dura prova oltre che le nostre abitudini anche la nostra sessualità. Tra i tanti dubbi che ci poniamo, ci sono anche quelli riguardo il sesso in quarantena e come interagire con il partner, sia lontano che vicino.

Come quasi tutte le tematiche legate al mondo della sessualità, non esiste una ricetta standard: la cosa migliore è mettere in moto la fantasia.

All’interno di questo articolo, chiarirò alcuni dubbi a proposito di questo tema e vi proporrò delle idee per vivere la sessualità. Con l’aiuto della vostra fantasia, potrete modificate queste idee, ampliarle e colorarle di mille sfaccettature.

Iniziamo con il togliere alcuni dubbi!

I DUBBI

Si può fare sesso in quarantena o è veicolo di contagio?

Non esistono studi sulla trasmissione del Covid-19 mediante lo sperma o le secrezioni vaginali. Tuttavia, il contagio durante il rapporto sessuale non avverrebbe per il rapporto sessuale in sé, ma per l’estrema vicinanza dei due partner e per il contatto molto stretto (baci, carezze ecc…) che verrebbe a compiersi tra i corpi. Se si convive con il proprio partner, il sesso non è assolutamente sconsigliato: data la vicinanza prolungata sotto lo stesso tetto, un eventuale contagio avverrebbe in ogni caso.

Sono invece vietati invece il sesso occasionale, i baci, gli abbracci e i contatti a meno di un metro di distanza con persone con le quali non viviamo insieme. Se non conviviamo con la persona in questione, il sesso potrebbe diventare un rischio per la nostra salute, anche indossando il preservativo! Per quanto il rischio e il gusto del proibito possano riempire di adrenalina, è di vitale importanza attivare la nostra parte razionale: salvaguardiamo la nostra sicurezza e quella degli altri!

I CONSIGLI

Quando non si vive sotto lo stesso tetto

I problemi maggiori insorgono quando i due partner non vivono sotto lo stesso tetto.

Una buona soluzione per stimolare la sessualità, anche se distanti, è iniziare a giocare con la nostra fantasia. Mi rendo conto per molte coppie possa sembrare un ripiego, ma giocare con la fantasia nasconde delle capacità nascoste: provare per credere!

La stra-grande maggioranza dei siti porno ha attivato l’abbonamento premium gratuito per il periodo della quarantena. Se il porno è un’esperienza che potrebbe farvi piacere condividere, potreste decidere di guardare nello stesso momento lo stesso film, magari mentre siete al telefono, e masturbarvi immaginando di avere il vostro partner accanto.

Se l’esperienza del porno non accende la creatività, pur essendo molto carina, un’altra idea che potreste provare è quella della storia erotica. In un momento di calma, deciso insieme, scrivete una storia erotica, ognuno la sua. Quando avrete finito, scambiatevela o leggetevela a vicenda, immaginando di essere vicini, di essere voi i protagonisti delle vostre fantasie.

Se l’idea di scrivere non vi fa impazzire, potete decidere di utilizzare una storia erotica già scritta e scegliere di leggere al proprio partner quella che vi eccitato di più.

Nell’era nella quale internet la fa da padrone nella gestione dei nostri rapporti sociali, un’altra pratica che potete utilizzare per giocare con il vostro partner a distanza è il sexting.

Il sexting è una pratica che prevede l’invio di foto osé, del vostro corpo nudo e direttamente dei genitali al proprio partner. Potrebbe essere un modo divertente per stuzzicarsi a vicenda, magari anche mentre si è impegnati con lo smartworking. Quando si parla di sexting, devi però tenere a mente una cosa: nel momento in cui inviamo una foto del nostro corpo, questa esce dal nostro controllo. Assicuriamoci sempre che la persona alla quale la stiamo inviando sia una persona affidabile.

Infine, un’altra idea divertente e stuzzicante da provare sono i vibratori con il remote control. Ne consiglio 4 molto buoni, di cui ho parlato nel mio scorso articolo.

Quando si vive sotto lo stesso tetto

La convivenza forzata tra due partner può generare non pochi problemi. Essere a stretto contatto 24 ore su 24, lo scontro tra abitudini diverse, la poca privacy e l’inevitabile arrivo della noia, possono mettere a dura prova i rapporti sessuali anche se “si possono fare”.

Fare sesso durante la quarantena può sembrare monotono e noioso, ma nulla vieta di mettere in pratica i consigli sopra riportati anche tra conviventi. Potrebbe essere un buon modo per attivare la fantasia aggiungere della novità al rapporto.

Qual è il vero problema, in questi casi? Quando si vive a stretto contatto, non si ritagliano dei momenti ad hoc da dedicare al sesso e questo porta alla noia di cui sopra. Proviamo a pensarci: in questi giorni si passa spesso “dal pigiama al pigiama”, la cura del corpo è abolita e vengono meno le piccole accortezze che spesso si adottano, come un intimo carino, curarsi la barba o il look.

Provate a ritagliarvi un momento dedicato appositamente alla sessualità di coppia: non avete nemmeno la scusa legata alla mancanza di tempo. Preparate una cenetta insieme e preparatevi per vivere insieme questa cena: sfoderate un completo che vi piace, una scarpa con il tacco, un profumo, una cravatta ecc… e vivete insieme questa esperienza che sarà in grado di accarezzare tutti i vostri sensi.

 

Come ho detto all’inizio di questo articolo, queste non sono regole da seguire alla lettera, salvo quella di non fare sesso occasionale in questo periodo! Sono idee e la cosa importante è che riusciate a trovare qualcosa che fa per voi, usando la vostra fantasia e la vostra creatività! Nel sesso non esistono ricette, ma esiste il vostro piatto personale, con più o meno sale o con più o meno pepe!